Archivi categoria: Vinili, CD e Demotappi

Loco Emotivo! BMB Showcase

Festa di presentazione per l’uscita di “Bravi Ma Basta”, deposito delle Locomotive FS, Bologna, 25/06/1988.

torna a BRAVI MA BASTA

> torna alla HOMEPAGGIA

Fischi per Nastri

LINO E I MISTOTERITALFischi per nastri: demos y rarez [again_o5]
Siamo lieti di annunciare la nostra nuova ristampa: Lino e i Mistoterital, storica formazione bolognese, che ha attinto la propria ispirazione dal fenomeno rock demenziale inventato dagli Skiantos, ma con la capacità di muoversi all’interno di linguaggi diversi, quelli conclamati della cultura pop ed altri ad essa contigui, in modo originale ed irripetibile.

1000LMT_FISCHIperNASTRI_front

Esplosivi dal vivo, hanno costruito il loro successo con il passaparola, distribuendo migliaia di audiocassette dei tre demotape registrati prima del loro esordio su vinile (“Bravi ma basta” del 1988).
Questi tre storici demotape, “Sbagliandosi in para” (1984), “Il prosciutto è il cane” (1986) e “Max Lo Smilzo” (1987), finiscono ora sulla raccolta “Fischi per nastri: demos y rarez”, cd album strabordante di 23 brani restaurati e rimasterizzati, che farà la gioia di chi non ha mai dimenticato le loro gesta.
OFFERTA SPECIALE: potete ordinarlo al prezzo speciale di € 14,00 spese di spedizione incluse fino al 31 marzo 2017.
Per richiederlo, scriveteci all’indirizzo email info@danzemoderne.it
Il CD arriverà, con i tempi fisiologici delle distribuzioni indipendenti, anche nei negozi di musica. Lo si può comunque trovare nei principali webstores nazionali ed internazionali come eBay, Cdandlp.com, Discogs.com, Music Stack, ecc…

Album & Demoz: varie

AnkeAnca  1992

COVER ANKENel 1992, l'anno successivo allo stop biologico delle attività dei Mistoterital, si zibibba senza pretese nel Bongo's Studio di Paul Syno (St. Peer Incas, alé) e ci si inventa un finto "album" di Phil Anka da solo: "AnkeAnca". Fra cover irricevibili e sgangheramento pre-digitale, immerso nel solito clima afro-parrocchiale, estraggo tre o quattro tracce che contengono almeno una salamandra con berretto o addirittura una idea di canzone.
Ginetto Records, ed. musicali Ribuglio. Una prece.

  • L’Ampli ce l’ho 
    ripercorre certe emozioncine di chi ha suonato in giro per un buon otto anni.

    (Phil Anka voce e cori, Bob Rodiatoce chitarra, Ted Nylon cori (interrotti perché doveva prendere il treno), Paul Syno chitarra batteria basso cori.
  • Al Dancing
    viene dallo stesso mondo di “Sbarbe della Bassa“, é interamente di Paul Syno, Anka la canta e basta. Courtesy of Bongo’s Record

    (Phil Anka voce, zaprudaggini e armonica, Lou Maka batteria, Ardiz basso, Paul Syno chitarra e urlazzi, il Toro di Mompracem anisimi).
  • Sbarbe della Bassa / alternatina #306
    Una versione più simile a quella originale da “stanzetta” di Paul & Phil, ma con Bob e Ronnie agli strumenti, un ospite prestigioso e diverse gandette che planano tipo libeccio ma senza costi fissi. Sempre brutale presa diretta ai Bongo’s o zo’ d’lè.

    (Phil Anka voce, cori, Bob Rodiatoce chitarra, voce, Ronnie Shetland basso, Paul Syno chitarra, batteria, Nanefirze voce bassa).
  • Fono Nord Ovest
    Bozza di canzoncina per un amore finito, scritta da Anka su giro armonico di Bob, provata con LMT ma non in grado di convincere i Teritalsi al punto di essere portata in giro sui palchi o inserita in qualche supporto fonografico. La prima stesura probabilmente é dell’88.

    (Phil Anka voce Lauro O’ Cardigan chitarre Paul Syno chitarra acustica, basso, batteria Fanghino trombone).
  • It’s Only Rock ‘N’ Roll
    (Jagger/Richards)
    (Phil Anka voce Ronnie Shetland cori Bob Rodiatoce chitarre, cori Paul Syno chitarre, cori Frank O’ Forte “Bietto” basso, L’AMA batteria).
  • Sbarbe della Bassa / alternatina #306
    Una versione più simile a quella originale da “stanzetta” di Paul & Phil, ma con Bob e Ronnie agli strumenti, un ospite prestigioso e diverse gandette che planano tipo libeccio ma senza costi fissi. Sempre brutale presa diretta ai Bongo’s o zo’ d’lè.
    (Phil Anka voce, cori, Bob Rodiatoce chitarra, voce, Ronnie Shetland basso, Paul Syno chitarra, batteria, Nanefirze voce bassa).
  • Signorina Grandi Cause
    Ancora faccende di donne e frustrazioni. Di solito ai Mistoterital sembrava un po’ banale essere diretti in questi argomenti, così é Phil “da solo” che veste i panni dispettosi da cinno adolescente che reagisce  a un due di picche. E che due.
    (Phil Anka voce Paul Syno chitarra acustica, batteria Frank O’ Forte “Bietto” doppio basso, L’AMA chitarra, percussioni).
  • Stop Your Sobbing
    (Ray Davies)
    (Phil Anka voce, Ronnie Shetland basso, Bob Rodiatoce chitarra, voce, Paul Syno chitarra,  L’AMA batteria).
  • Dove dormi tu? 
    Seconda e ultimo bozzetto scritto da Anka apposta per questa occasione. Alla distanza, la sua preferita.

    (Phil Anka voce, cori, cembali, Paul Syno chitarre, percussioni, Pino Merdarolo piano).
  • Gandinacei
    (Gandinacei)

OLD BROWN TAPE

 

Addio cassette

La notizia e’ di quelle che ci fanno sentire in lutto.
Pare che stavolta le care vecchie MUSICASSETTE escano davvero dal club dei prodotti degni di stare sul mercato. Niente piu’ nastrini quindi. Soppiantati dai CD e dagli MP3 e relegati ormai negli scaffali piu’ polverosi dei negozi, li vedremo sparire definitivamente. cassette 3 (con Polso)

Non vendono piu’ e quindi cessano di esistere. Ma per noi rockettari piu’ o meno quarantenni questa e’ una faccenda che fa piangere il cuore. Noi che abbiamo riempito CENTINAIA di C46 , C60 e C90 con i nostri brani a guisa di demo-tape ci poniamo la domanda: come potranno esserci DEMO senza TAPE? E’ terribile!

Paul Syno

 

Borlotti e Carciofini

È ufficiale: esiste una maniera, uno stile, un modo di performare “alla Mistoterital.
Ne dà conto il signor Manuel Graziani su “Mood – Suoni & Visioni“, recensendo le attività perniciose di una band,  Tony Borlotti e i suoi Flauers, nuovi portabandiera del “beat” all’italiana, quello resuscitato, per intenderci, da filibusti, tipo Gli Avvoltoi di Spirogi, non molti anni fa. Ecco cosa afferma l’incauto Manuel:

Ci vuole del fegato a fare uscire un disco di puro beat italiano, per di piu’ in vinile. Ma Tony Borlotti e i suoi Flauers di fegato ne hanno a pacchi. Così non stupisce che nel 2003 cantino ancora di donne da sogni (Superdonna), fughe dalla routine (Via Da Questa Citta’) e amori impossibili (Questa Sera), lanciandosi persino in una sexy bossa strumentale (Bossa For Tony)e nel ripescaggio di cover dei Ragazzi del Sole (Atto di Forza n.10). Ad una decina di anni dalle ultime grandi neo sixties band italiane (Avvoltoi e Barbieri) questi 5 eroi salernitani ci ridanno dentro facendoci spalancare il sorriso un po’ alla maniera di Lino e i Mistoterital.

Mancano “Le Cinciallegre del Costato Vivo”

L’amico Sergio del blog “D’Altro Canto“, ha compilato un elenco di quel bel branco di faccioni che vent’anni fa si sbattevano in giro per i palcoscenici più rock dello Stivale.

E’ un bel post sul Rock Italiano Indipendente degli anni ’80, e vista la roba che il nostro amico si ascoltava, mi meraviglio che sia ancora così in possesso delle sue facoltà sensoriali.
Dategli un’occhiata: a me pare proprio che ci siano tutti, tutti, tutti, o quasi. Su ognuna di quelle band si potrebbe tirare fuori un ricordo o un aneddoto o una delle battutacce che, dal vivo, facevamo ai loro danni.
E nella trentina di disordinati che decide di ricordare tramite un album, fra i “migliori degli anni ’80” mette anche Bravi Ma Basta.
Grazie Sergio e, mi raccomando, vergognati.